Il nostro progetto realizzato per il concept store Le Gendre idéal di Lamballe è premiato e pubblicato da RUBIO nel LIBRO "Best projects wordwide".

Dopo essere stato selezionato come "progetto del mese", il nostro progetto viene pubblicato nell'edizione annuale. Presenta la loro selezione dei migliori progetti al mondo: i più bei progetti realizzati nel 2019 da 80 paesi e distribuiti ai loro clienti internazionali.

Infatti, per il progetto Le Gendre Idéal, Hélène Le Goff ha portato un approccio singolare su come il legno debba essere sublimato, con un colore e una finitura su misura. 

"Inventare un nuovo colore può sembrare sorprendente: una firma cromatica è il dettaglio stesso che viene dimenticato quando ha successo, perché deve essere perfettamente armonico, per apparire naturale?

D'altra parte, un colore mal studiato può mettere in discussione un intero progetto. Questo tipo di sottigliezza è essenziale quando si crea un universo, perché il colore ha senso e suscita emozioni. Qui il legno sembra già invecchiato. La maggior parte dei visitatori non pensa nemmeno che sia abete! Pensano che sia quercia! Spesso mi viene chiesto che tonalità si usa, perché in termini di costo la differenza tra le due specie è significativa".

Nel suo approccio alla creazione di un universo personalizzato, ha creato una nuova formulazione di colore in 3 fasi, che può sublimare ogni vena di pino e dargli un aspetto completamente diverso: evidenziare le note scure, patinare le note medie e rivelare i getti di alburno?

Questo progetto di decorazione che integra questo approccio colorista è stata una sfida, ed è stato il primo progetto con Rubio Monocoat. Così, Hélène Le Goff e Julien Debonlier, artigiano, hanno fatto molta sperimentazione per progettare la formulazione perfetta.

Questo approccio è stato notato e premiato da Rubio international, che li ha onorati pubblicando questo approccio e questo progetto nel loro libro dei migliori progetti del mondo, ma anche utilizzandolo come immagine di riferimento per l'editoria.

Per vedere il progetto, clicca qui

Credito: RUBIO Monocoat / Edizione Migliori progetti in tutto il mondo

Estratto dell'intervista di Hélène Le Goff di Rubio :

- Perché Rubio?

HLG: A causa dei vincoli di budget, abbiamo dovuto usare il pino in questo progetto. Tuttavia, il colore del pino sta cambiando in un giallo più pronunciato nel tempo e non sarebbe stato appropriato per il progetto. Inoltre, al di là del colore, era necessario proteggere il legno. Le soluzioni più conosciute sono gli oli per legno o le vernici. Tuttavia, il primo richiede una manutenzione vincolante e le scelte dei colori sono piuttosto limitate... La seconda, anche con una vernice opaca, crea una pellicola che deteriora il calore del legno, oltre ad aggiungere riflessi lucidi.

Volevo assolutamente una finitura opaca, che sublimi il legno e ne mantenga le caratteristiche al tatto. Con il mio artigiano, abbiamo organizzato un incontro con Alexandre Perrenes, di Rubio Monocoatche ci ha fatto scoprire il Olio +2C olii. Si tratta di oli unici e innovativi che vengono applicati in un unico strato!

Si tratta di prodotti ultratecnici, che offrono un'eccellente protezione ma sono anche sani: zero emissioni di COV, un fatto al quale sono sensibile. I loro oli sono singolari perché permettono di mantenere la struttura naturale del legno, offrendo al tempo stesso protezione e un'infinita possibilità di colore.

- Perché avete scelto di creare questi colori specifici?

HLG: Prima di tutto, ho cercato un colore di base che si adattasse meglio al pavimento selezionato per questo progetto. Tuttavia, ho trovato che questa tonalità di calatogue mancava di calore (gialli in particolare) e contrasti, non abbastanza personalità, ha fatto✧t sublimare il legno. Tuttavia, ho voluto rivelare in modo molto significativo le venature del legno. L'abete è una specie molto interessante, poco costosa, leggera e può essere un elemento grafico di successo quando è ben utilizzato.

Così, l'utilizzo dell'abete sui gradini, sui mobili e sugli accessori è stato un grande vantaggio nel controllare il costo del lavoro, ma è stato necessario trovare un modo per sublimarlo.

Il dettaglio non è un dettaglio, è il design! Non trovando la tonalità ideale nella tavolozza iniziale di Rubio, ho usato la mia esperienza di artista visivo e fotografo per creare una tonalità su misura. 

Perché ti sto parlando di arte e fotografia? Perché ho affilato il mio occhio lavorando con le linee di contorno. Vale a dire che quando sviluppo stampe o dipingo, sono abituato a cercare l'equilibrio tra le tonalità chiare, medie e scure per dare forza alla grafica. È un elemento molto importante che permette di scrivere un'immagine, di portarvi personalità.

La tonalità Bourbon di Rubio, sull'abete grezzo, si rivelava sulle note "medie" non abbastanza sulle note chiare del legno e ancor meno su quelle scure. Avevo in mente un rendering con i contrasti: qualcosa di grezzo, che rivelasse il materiale, un aspetto quasi grafico e soprattutto che evitasse un nuovo look. L'autenticità è un aspetto importante di questo concept store, quindi abbiamo dovuto trasmetterla all'ombra creata. Dopo molte prove, ho trovato la combinazione perfetta per questo progetto, un equilibrio di tre tonalità, che a mio avviso mi ha permesso di lavorare sulle 3 tonalità del materiale.

Ho scelto di usare un fumo per sublimare le note chiare: ha rivelato il calore su di esse (più giallo), mentre ha portato una leggera patina grigia all'insieme, che ha permesso al legno di invecchiare sottilmente per portare la ricercata autenticità. Ho usato note di bourbon per la base principale per ottenere la tonalità complessiva da cui volevo affinare la resa, e ho scelto una tonalità di Marron glacé nella mia nuova tonalità per portare note scure e fulve sulle venature molto pronunciate, i nodi del legno. Questo ha completamente trasformato e sublimato l'abete! "

- Dove è stato applicato Rubio?

HLG: L'olio Rubio è stato così applicato su tutti i gradini della scala, sui componenti del camion, sul baldacchino in legno, sui mobili tipo "armadietto della stampante" (scaffalatura) e sugli scaffali del negozio.


...

etichette
Nessun articolo trovato.
Hélène Le Goff

Designer, decoratrice e artista, immagina e crea questi mondi.